OMICIDIO ANDREA ROCCHELLI: Depositate le motivazioni della Corte di Assise di Pavia

Depositate le motivazioni della Corte di Assise di Pavia nel procedimento sulla morte del giornalista Andy Rocchelli, ucciso il 24 maggio 2014 mentre documentava la guerra nel Donbass. Gli Avvocati Giuliano Pisapia e Margherita Pisapia hanno assistito la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e l’Associazione Lombarda dei Giornalisti che si sono costituite parti civili.
Dopo aver esaminato, con un percorso motivazionale rigoroso, gli elementi raccolti nel corso dell’istruttoria dibattimentale, i Giudici hanno ritenuto provata, oltre ogni ragionevole dubbio, la penale responsabilità del soldato della Guardia Nazionale Markiv Vitaliy, in concorso con i propri commilitoni e con l’esercito regolare Ucraino, in ordine ai reati di omicidio dei giornalisti Andrea Rocchelli e Andrej Mironov nonché del tentato omicidio del giornalista francese William Roguelon.
La Corte ha stabilito che si è trattato di “un attacco deliberato contro giornalisti disarmati, nell’intento di esercitare il diritto alla libertà di informazione, principio cardine di ogni democrazia”, così accogliendo la tesi delle parti civili 
 
Scarica .pdf